Lo studio e le competenze

Lo Studio è fondato nel 2007 ad iniziativa del suo titolare Dott. Vittorio Feresin, il quale ha voluto trasfondere nello stesso la propria esperienza maturata in una pluriennale attività professionale.

Il Dott. Vittorio Feresin, nato nel 1950, si è laureato presso l’Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano nel 1974 e ha conseguito l’abilitazione all’esercizio della professione di Dottore Commercialista nel successivo anno 1975. Da detto anno è iscritto all’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Varese.

Dal 1976 al 2006 è stato partner di riferimento in società di consulenza e revisione di primaria importanza, ove ha maturato la propria esperienza in materia di:

 

-      assistenza societaria (costituzione e gestione amministrativa e fiscale)

-      operazioni straordinarie societarie (fusioni, scissioni, liquidazioni, ecc)

-      acquisizioni e cessioni di azienda e di partecipazioni

-      processi di turnaround

-      assistenza nel processo di crisi d’impresa

-      contrattualistica

-      assistenza fiscale e tributaria

-      contenzioso tributario

Ha altresì ottenuto la specializzazione sempre presso l’Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano in Programmazione, Pianificazione e Ricerca Operativa d’Azienda assistendo imprese nei processi evolutivi e riorganizzativi.

Nel corso della propria attività è stato ed è attualmente professionista di riferimento di gruppi societari di rilevanza nazionale ed internazionale, nonché ha ricoperto cariche di amministratore, di sindaco e di revisore legale in società ed enti.

Lo Studio è altresì PROFESSIONAL PARTNER de “Il Sole 24 Ore”.

 

News

apr10

10/04/2021

Per la redazione del bilancio 2020 è necessaria la pianificazione aziendale

Se, per la chiusura del bilancio al 31

apr10

10/04/2021

Riforma della giustizia tributaria: è tempo di decidere. Evitando delusioni

Il cantiere della riforma della giustizia

apr10

10/04/2021

Servizi pensionistici per i Patronati: nuove funzionalità avanzate

L’INPS con il messaggio n. 1476 del 2021,